Case History: Comune di Cagliari

Il Comune di Cagliari capofila del progetto per condividere in rete tutti i permessi invalidi dei Comuni dell’Area Metropolitana nella banca dati del Registro Pubblico CUDE all’interno della piattaforma SIDEM.

Lotta alla contraffazione dei permessi di parcheggio per invalidi, controlli in tempo reale della Polizia Municipale e digitalizzazione dei dati dei permessi invalidi.

Il Comune di Cagliari è stato il primo a credere nel progetto per realizzare una rete unica di informazione per la gestione e il controllo dei contrassegni invalidi. Il tutto grazie alla collaborazione tra ANCI Sardegna e l’azienda cagliaritana Faticoni Spa.

Si sfruttano le potenzialità della tecnologia RFID per l’identificazione a radiofrequenza dei permessi invalidi grazie all’applicazione di un microchip anticontraffazione nel pass che permette agli agenti di polizia di verificare i dati del contrassegno e di riconoscere immediatamente le contraffazioni.

I dati non sensibili dei permessi vengono inoltre condivisi e aggiornati costantemente nella banca dati del Registro Pubblico CUDE per permettere lo scambio reciproco di informazioni tra il Comune di Cagliari e tutti gli altri Comuni aderenti alla banca dati.

La testimonianza

“Con l’introduzione della piattaforma Traffid Modulo Disabili abbiamo voluto dare una risposta concreta per risolvere il problema dei contrassegni falsificati con scanner o fotocopiatore, che a volte è impossibile distinguere a colpo d’occhio. Mi hanno messo in grado di poter operare immediatamente, passando dal vecchio sistema al nuovo senza nessuna difficoltà. Ora abbiamo un servizio più sicuro, sotto il punto di vista del controllo effettuato dalle forze dell’ordine per smascherare i furbetti”.

Piero Ghisu, Responsabile Ufficio Pass Disabili del Comune di Cagliari

I controlli regolari dei permessi di parcheggio utilizzati per la sosta negli stalli per disabili e per l’accesso alle ZTL non avranno più ostacoli e avranno un forte impatto positivo nella gestione di una problematica sociale molto sentita dalla cittadinanza.

Sono stati formati più di 30 agenti di Polizia per l’utilizzo dei dispositivi per i controlli sui strada dei pass disabili.

Vedi tutti i casi di successo
2017-08-01T15:53:22+00:00